Il Paese dove i fatti non contano

21 Set

Se c’è una cosa che proprio non riesco a sopportare del Paese nel quale viviamo è l’assoluta mancanza di empirismo, di senso della realtà, l’abitudine di non considerare i dati di fatto, l’incapacità di un approccio pragmatico alle cose, dalle più semplici alle più complesse.

Consideriamo per esempio la caratteristica che più impressiona del fenomeno Berlusconi: i suoi seguaci non sono dei normali sostenitori di un partito, per il semplice fatto che quello che li accomuna non è un partito, ma una fede, esattamente come nel caso dei fedeli di una religione o dei tifosi di una squadra di calcio – non a caso il nome del movimento nato nel 1993 richiamava il tifo per la nazionale di calcio-. Se si tengono in mente queste parole rivolte da Ignazio di Loyola ai cristiani, non ci si deve meravigliare del fatto che i seguaci di Berlusconi neghino, in quanto suoi fedeli, anche i fatti più evidenti: “Per essere certi in tutto, dobbiamo sempre tenere questo criterio: quello che io vedo bianco lo credo nero, se lo stabilisce la Chiesa gerarchica”.

Tutto questo rende assolutamente impossibile instaurare un dialogo con i sostenitori del premier e perfettamente inutile cercare di analizzare assieme a loro una situazione partendo dai dati di fatto.

Nel nostro Paese non si fa altro che fissare obiettivi, per di più spesso fantasmagorici, prescindendo completamente dalla disponibilità degli strumenti necessari al loro raggiungimento.

Nella mia carriera di lavoro mi sono spesso imbattuto in progetti che, in fase di esecuzione, messi cioè di fronte alla dura realtà dei fatti, si sono rivelati per quello che in effetti erano, vale a dire semplici dichiarazioni d’intenti.

Soltanto in un Paese che crede nei miracoli, che ritiene possibile l’irreale, si può pensare che una classe politica come quella che ci ritroviamo (non da oggi) possa emanare leggi che risultino contrarie ai propri, concretissimi, interessi. Sarebbe come pensare che un tacchino americano possa votare a favore del pranzo di ringraziamento!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: