A proposito della frana di Andora

19 Gen

Vedere la scena del treno Intercity “Milano-Ventimiglia” deragliato due giorni fa all’altezza di Andora (Savona) a causa di una frana caduta sul binario (in quel tratto il collegamento ferroviario tra l’Italia e la Francia è a binario unico!) e pericolosamente inclinato verso la scogliera è davvero impressionante, sembra di assistere alla scena di un film.

Ma, come si sa, tante volte la realtà supera la fantasia degli scrittori.

Anche in questo caso, come al solito in Italia, si piange sul latte versato, anche in quest’occasione ci si meraviglia (dopo che è accaduto) di un evento del quale tutto si può dire tranne che non fosse prevedibile.

Il vero dato del quale ci si dovrebbe piuttosto meravigliare è il numero basso di tali eventi, viste le modalità scellerate che caratterizzano la gestione delle risorse in questo Paese, questione resa ancora più complicata dall’impossibilità di affrontare simili problemi in modo serio, razionale, senza retorica, senza emotività, senza pre-giudizi di natura ideologica.

Quand’è, per esempio, che si comincerà a non leggere più sui giornali “danni causati dal maltempo” ma “danni causati da una gestione sciagurata del territorio”, che il maltempo casomai si limita a evidenziare, a ricordare, a chi ha preso certe decisioni, a chi dovrebbe fare cose che non è in grado di fare?

Osservando poi la “scena del delitto” mi son chiesto:

1. è vero che quella venutasi a creare negli anni in quel tratto di costa era una condizione di pericolo?

2. ma qualcuno, in questo Paese dove tutti si occupano di tutto ma dove alla fine non si capisce mai chi sia il responsabile, aveva considerato quali potevano essere le conseguenze che una tale situazione di pericolo poteva provocare?

3. esiste un’analisi del rischio collegato a questa condizione di pericolo ed alla gravità delle relative conseguenze?

4. se quest’analisi esiste, quali erano le misure di prevenzione adottate?

Sono queste le domande che qualcuno dovrebbe porre ed alle quali qualcun altro dovrebbe rispondere.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: