Altro che “uno vale uno”

20 Feb

Quello che è avvenuto ieri, in occasione dell’incontro tra Matteo Renzi e Beppe Grillo, oltre a confermare la deriva presa dalla politica italiana, ridotta ormai a puro spettacolo, dimostra come dietro il famoso slogan dell’uno vale uno, così tanto strombazzato a destra e a manca, si nasconda in realtà una concreta disuguaglianza, una netta disparità di trattamento.

Da una parte infatti c’è la popolazione del movimento 5 stelle e dall’altra c’è Beppe Grillo, che più che un leader politico è un idolo.

Nei giorni scorsi la base del movimento si era espressa, seppure con una debole maggioranza, a favore di un incontro tra Grillo e Renzi, dall’altra una singola persona (Grillo) ha deciso di utilizzare quell’incontro, approfittando del voto della base, per perseguire un obiettivo personale, per un fine sul quale la famosa base non aveva detto la sua.

A decidere come utilizzare quell’incontro, a stabilire che quell’incontro andasse a finire come si è visto, è stata così una sola persona, che ha agito senza che vi fosse stata alcuna indicazione a tal riguardo da parte della base.

Chissà per esempio quanti sono, fra quelli della base del movimento 5 stelle che si erano espressi a favore di quell’incontro, quelli che avrebbero voluto che quell’occasione fosse utilizzata in un altro modo, con un’altra strategia.

Una strategia finalizzata a stanare Renzi, a far emergere, in streaming, le tante contraddizioni, le tante incongruenze, che segnano il governo che sta per nascere.

E invece no, uno ha deciso per tutti, prescindendo dalla volontà della popolazione del movimento.

Altro che la tanto sbandierata uguaglianza, altro che “uno vale uno”, banale slogan accreditato di un significato inesistente.

Annunci

2 Risposte to “Altro che “uno vale uno””

  1. fulvio febbraio 22, 2014 a 11:13 am #

    In effetti cercherei di inquadrare meglio l’analisi di che cosa sia diventato (o si sia effettivamente materializzato) il M5S.
    Mi parrebbe, in sintesi, più applicabile il termine “Setta”, piuttosto che partito (o movimento).
    Due “santoni” che pensano di possedere la “verità” rivelata….
    Che poi vi siano anche persone perbene, che pensino di voler cambiare l’Italia, ciò non toglie nulla circa l’effettiva marca ideologica intollerante e oggettivamente eversiva del movimento.

    Evidenziare il “buono” del movimento (ammesso che sia proprio così…) e la “pochezza” dei capi francamente non mi pare una considerazione sufficiente a mascherare il carattere disfattista e anti democratico in essere del M5S (e, forse, guardando al comportamento tenuto nelle elezioni in Sardegna anche un po’ “codardo”).

    • unastoriasemplice febbraio 22, 2014 a 1:51 pm #

      Caro Fulvio, sul fatto che il Movimento di Grillo appartenga più al mondo dei movimenti religiosi piuttosto che a quello dei partiti politici mi sono già espresso più volte sul mio blog, a partire dal settembre di due anni fa, quando i segnali in tal senso erano già apparsi evidenti. In un post del novembre di quell’anno avevo anche fatto presente che ogni tentativo di confronto con i seguaci di una setta sarebbe inevitabilmente destinato al fallimento, cosa che si è puntualmente verificata, tanto lo scorso anno (in occasione di quel ridicolo incontro tra Bersani e i rappresentanti del movimento) quanto pochi giorni fa, con modalità ancora più penose. Nel mio ultimo post (Altro che “uno vale uno”) ho voluto invece far notare un’altra cosa: come in una setta non esista alcuna parità tra il guru ed i seguaci.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: