Non c’è niente da fare, gli italiani hanno paura delle parole.

27 Feb

Gli italiani hanno paura delle parole.

Sempre più numerosi sono gli episodi che confermano questo lato del carattere nazionale, sempre più diffusa è l’abitudine di nascondere quel che si pensa, di usare parole ambigue, di evitare come la peste un linguaggio semplice, chiaro, diretto.

La convinzione che le cose nascano con le parole e siano quello che le parole di volta in volta indicano può portare anche a negare l’evidenza delle cose.

Qual è il motivo di questo comportamento?

Paura, vigliaccheria, opportunismo, ipocrisia?

Le cause possono essere diverse, ma il risultato è uno solo: confusione.

E nella confusione si può sempre dire di non essere stati compresi, di essere stati fraintesi.

È così che un’intimidazione come quella della quale è stato recentemente oggetto Angelo Panebianco all’Università di Bologna è diventata contestazione.

È così che il governo italiano, anche quando, nei fatti, partecipa ad una guerra, dice di non essere in guerra

Quanti sforzi, in questo secondo caso, di evitare di usare la parola guerra, di apparire in tal modo rispettosi della Costituzione (la tanto decantata Costituzione, che non solo è da sempre non applicata ma che in larga parte è pure inapplicabile).

Confusione e ambiguità, due caratteristiche tipicamente italiane.

Basta leggere il proclama Badoglio.

Con quel messaggio, letto alla radio il giorno 8 settembre 1943, Badoglio rese pubblica agli italiani l’entrata in vigore dell’armistizio, firmato cinque giorni prima nei pressi di Cassibile, frazione di Siracusa.

Si ricorse all’uso della parola armistizio pensando in tal modo di far passare come tale quella che in realtà era una resa senza condizioni (per di più resa pubblica un’ora prima dal generale Eisenhower).

E come se bastasse quello scambio di parole, quel proclama fu scritto in modo così ambiguo che la confusione che ne derivò fu tale che molti pensarono che fosse stata annunciata la fine della guerra.

Non basta cambiare la parola per cambiare la cosa.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: