A proposito di Cassius Clay – Muhammad Ali

4 Giu

Quello che ha caratterizzato Cassius Clay, poi Muhammad Ali, quello che lo ha reso unico, non è stato tanto il suo modo di boxare, a viso aperto, con le mani in basso, elegante (non però al livello di Sugar Ray Robinson), quanto il suo rifiuto di andare a combattere in Vietnam per gli Stati Uniti d’America.

Lo fece perché non si riconosceva negli USA di quegli anni, perché non si sentiva parte di quello Stato per il quale sarebbe potuto andare incontro alla morte.

Ci si deve sentire parte di una comunità per fare qualcosa per essa, figurarsi per rischiare di morire!

Quando Re Artù incontrò Lancillotto e gli chiese che cosa andasse cercando, quello che sarebbe diventato il più famoso dei Cavalieri della Tavola Rotonda gli rispose che era alla ricerca di qualcuno per cui valesse la pena di combattere, di qualcuno che meritasse che per lui si lottasse fino alla morte.

Nella vita è di fondamentale importanza avere un motivo per il quale valga la pena di vivere.

Voglio trovare un senso a questa vita”, canta Vasco Rossi, e questo bisogno è così forte “anche se questa vita un senso non ce l’ha”.

Nel 1977, in occasione di un famoso processo alle Brigate Rosse in corso a Torino, scoppiò una furiosa polemica tra intellettuali e politici, innescata dal rifiuto di alcuni cittadini di far parte della giuria popolare di quel delicato processo.

In quella polemica fu trascinato anche Leonardo Sciascia, al quale fu erroneamente, e superficialmente, attribuita la famosa espressione “né con lo Stato né con le Br”.

A chi l’aveva così maldestramente attaccato l’autore del “Giorno della civetta” replicò specificando che non si riferiva allo Stato in senso generale ma a quello Stato, allo Stato italiano di quegli anni.

Allo stesso modo, poco più d’una decina d’anni prima Muhammad Ali si era rifiutato di andare in Vietnam a combattere in nome di quello Stato, uno Stato che discriminava le persone sulla base del colore della pelle.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: