Realtà soggettiva e realtà oggettiva: due realtà molto diverse

22 Nov

Quella di deformare la posizione dell’interlocutore, attribuendo alle sue parole un significato che in realtà queste non hanno e di spostare, così facendo, l’attenzione su qualcos’altro, e su questo costruire una tesi che di conseguenza risulta essere basata sul nulla, è una ben nota tecnica di disinformazione, vecchia come il cucco.

Quasi sempre, alla base di queste costruzioni fantasiose, autentici castelli in aria, c’è un difetto di capacità di ragionamento, peraltro facilmente evidenziabile e quindi smontabile.

Questo difetto fa sì che, a partire da determinate premesse, si traggano da queste deduzioni che con quelle stesse premesse nulla hanno a che vedere.

In alcuni casi c’è anche il dolo (depistaggio e disinformazione sono tecniche ben note, abitualmente usate dalle varie chiese che ci sono in giro).

L’abitudine, anche inconsapevole, d’impostare un discorso basandolo su qualcosa che non è vero (in molti casi quel qualcosa non vero è addirittura proprio ciò di cui l’interlocutore pretende, con quel discorso, di dimostrare la verità) è molto più diffusa di quanto non si creda: la storia italiana è piena di esempi in proposito.

Per una persona razionale non esiste cosa più insensata (e quindi da evitare, sempre) che prendere parte a discussioni basate su presupposti non veri.

A questo riguardo c’è però da considerare che per molte persone esistere nella mente equivale ad esistere nel mondo delle cose concrete.

Non si rendono conto del fatto che molte delle cose alle quali credono esistono solo nella loro mente, nella loro realtà, ma non nella realtà dei fatti: non c’è dubbio che una cosa “pensata” esista (nella mente di chi la pensa) ma è ancora più indubbio che non è affatto detto che, solo per questo motivo, esista effettivamente.

Confondere questi due luoghi, queste due realtà (una soggettiva, l’altra oggettiva) è spesso segno di una mente debole: si vive nella propria “realtà” come se questa fosse vera, comune a tutti gli altri, confondendo in tal modo pensieri e realtà effettiva, fattuale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: